Ultimi Post

Oggi pensiamo a noi!!!!
E ci realizziamo, in meno di tre minuti un tappetino con tasche per la macchina da cucire, per poter riporre in ordine (e soprattutto per poter sapere sempre velocemente dove trovare) tutto quello che ci serve!
Questo tappettino con tasche è realizzato partendo da due tovagliette americane, che ho trovato con il 70% di sconto in un "fai da te" e che mi hanno dato l'ispirazione....


Nei prossimi video adatteremo questo lavoro ad altri utilizzi, come ad esempio quello di porta oggetti per i bimbi seduti nei sedili posteriori della macchina: la merenda, la bottiglietta d'acqua, il giochino.... tutto al proprio posto!
Quindi non perdetevi i miei prossimi video!
QUINDI ISCRIVETEVI AL MIO CANALE CLICCANDO QUI

Veniamo a noi!
Cosa vi serve?
oltre a filo e macchina da cucire vi servono due tovagliette amereticane in stoffa, imbottite.
Basta....
Ah si! tre minuti della vostra vita!

Vi lascio al video tutorial!
Come sempre aspetto, nei commenti le vostre creazioni e il link alle vostre pagine.



Happy Crafting!


Ciao a tutti!
Oggi sarò di pochissime parole......
Vi propongo un tutorial facilissimo per realizzare collane in cartone ondulato metallizzato.
In questo blog si era parlato di perle in carta e cartone già nel lontano 2010......
ma dopo aver avuto a disposizione questo cartone ondulato metallizzato, ho creato delle collane che sono un pò diverse dal solito.... eccole qui:







Qui trovate il video tutorial:


Come promesso nel video vi do' qualche consiglio su dove poter acquistare il cartone ondulato metallizzato a prezzi convenienti:
Primo link:
CLIKKANDO QUI il cartone ondulato che ho comprato io.... ci oltre 80 collane
Secondo link: 
Fogli più piccoli, ma comunque sufficienti per ottenere una collana per colore

Se vi interessasse realizzare le borse che vedete.... vi assicuro che sono semplicissime da fare anche per chi è alle prime armi con la macchina da cucito.
Trovate il link al video nel mio precedente post.....
Comunque eccolo qui:





Happy Crafting a tutti!!!!!




Ve lo avevo promesso ed eccolo qui!
Il tutorial per realizzare la borsa di stoffa che avete visti ieri sulla MIA PAGINA DI FACEBOOK
Si tratta di un progetto di cucito molto facile, dedicato sopratutto a chi è alle prime armi ed ha voglia di realizzare qualcosa di soddisfacente.

La borsa di cui sto parlando è questa:




Proprio sulla mia pagina di Facebook vi avevo chiesto se avreste preferito uno dei miei soliti tutorial fotografici o un video.... avete detto a gran voce "video!"..... quindi adesso vi assumete le responsabilità di vedere un filmato in cui si dimostra la mia totale improvvisazione in ambito "cinematografio!
Spero mi perdonerete, in quanto mi sono concentrata più sul riuscire a darvi delle spiegazioni semplici e basilari, che sul fare delle riprese da professionista.
Potete accedere al video da questo link: VIDEO TUTORIAL BORSA FACILE

Oppure cliccate qui sotto e si aprirà direttamente




Nel mio canale youtube: CANALE YOUTUBE DELLA BURU potrete trovare altri interessanti video..... se vi piacciono mettete un pollice in su ed iscrivetevi, per restare aggiornati su tutti i tutorial che pubblicherò.
Happy crafting!

Ciao a tutti e ben ritrovati!!!!
Oggi vorrei trattare un argomento che so che interessa parecchi di voi, in quanto mi vengono spesso chiesti consigli, anche attraverso la mia pagina di facebook: 

Come posso ampliare il mio pubblico online e diventare un creativo di successo?
Come posso iniziare a guadagnare con il mio Hobby?


Devo dire la verità:
Ho dovuto ragionarci un po' per capire come io stessa sia riuscita ad ottenere i numeri che che ho attualmente, pur mantenendo "la Valigia della Buru" unicamente come hobby.
Questo blog è stato letto da oltre 8 milioni di persone mentre la mia pagina di Facebook ha attualmente più di 25.000 fans.
Nel momento in cui qualcuno di voi ha iniziato a chiedermi consigli ho cercato di capire come questo sia potuto succedere.... insomma devo pur aver fatto qualcosa di particolare!!!! (ho pensato)
Fondamentalmente non ho fatto altro che cercare di usare al meglio quelli che sono i principali strumenti che Internet offre (secondo me) ad un creativo per potersi affermare e per farsi conoscere.
Nel momento stesso in cui il vostro pubblico si sarà ampliato ecco che potrete mettere in campo tutta una serie di strategie (di cui parleremo nel prossimo post) per "sfruttare", anche economicamente, il vostro successo e la vostra creatività

Gli "strumenti" per ampliare il vostro pubblico sono principalmente tre:
1) il blog (proprio dove mi state leggendo in questo momento)
2) la pagina di Facebook
3)Pinterest 

Nei prossimi post o nei video (sul mio canale youtube, al quale vi invito ad iscrivervi - perchè quello è propio appena nato - lo trovare CLICCANDO QUI ), cercherò di approfondire le tre diverse piattaforme e darvi qualche consiglio su ognuna di esse.

IL vostro principale obiettivo è, non solo quello di attirare un pubblico il più possibile vasto, ma soprattutto di fidelizzarlo.
Cosa vuol dire?
Significa che una volta che una persona è atterrata (per qualsiasi motivo) sulla vostra pagina di Facebook o sul vostro blog voi dovete cercare di farcela rimanere più a lungo possibile.
Come può avvenire questo?
Secondo il mio modesto parere dovete proporvi al lettore garantendo quattro cose principali:
1) Dovete essere interessanti: cercate di stimolare la curiosità in modo tale che il lettore abbia voglia di tornare a trovarvi per capire "cosa c'è di nuovo"
2) Siate generosi!!!!
La seconda caratteristica che dovete necessariamente avere è la generosità: non dovete aver paura di svelare i vostri segreti o di far capire agli altri come realizzate i vostri oggetti.
Questa è stata forse la chiave principale che mi ha permesso di crescere nel web.
UN grande fetta del vostro pubblico sarà fatta di creativi come voi... ai quali interessano idee, contributi, stimoli e... TUTORIAL!!!!

3) Originalità! Se cercate sul web idee per far crescere il vostro pubblico, leggerete spesso che viene consigliato di parlare degli argomenti più attuali e " di moda".
Secondo me è una cosa che vi potrete concedere quando avrete già un ricco numero di seguaci.
Considerate una cosa: nel momento in cui andate ad affrontare un tema particolarmente attuale probabilmente, nello stesso momento - o addirittura prima di voi - ne stanno parlando altri 1000, 5000, 10.000 creativi.
Questo vi obbliga, se volete emergere, ad essere davvero bravi ed unici, preparati e in grado di "elevarvi" rispetto agli altri.

Se siete sicuri di avere le carte in regola, allora ben venga la trattazione dei temi del momento... ma in caso contrario cercate di seguire le vostre inclinazioni personali, trattando eventualmente anche temi più "di nicchia".

4) Rendetevi utili e siate disponibili: Non abbiate paura a dare dei consigli, cercate di relazionarvi con chi vi segue, rispondendo ai suoi dubbi e cercando di dare una risposta alle sue difficoltà, anche allorquando vi verranno chiesti consigli su questioni delle quali voi, magari, non avete ancora parlato sul blog (o su facebook).
Le perplessità degli altri potrebbero uno stimolo per voi stessi e per cercare di approfondire temi che magari non avreste preso in considerazione.


Ogni qualvolta andrete a pubblicare qualcosa... ovunque, chiedetevi sempre se risponde almeno ad uno dei requisiti di cui abbiamo appena parlato....

Nel momento in cui avrete creato la vostra rete di lettori e di followers riuscirete a scalare le classifiche di indicizzazione di Google e degli altri motori di ricerca: proprio questo vi permetterà di iniziare a guadagnare qualcosina.... sia perché qualora decideste di vendere online le vostre creazioni sarete in grado di fargli, da soli, una discreta pubblicità, sia perchè essendo il vostro oggetto legato ad un "nome" conosciuto su Internet verrà proposto alle persone che lo andassero a cercare sui motori di ricerca, prima di altri analoghi.



Vi do' quindi appuntamento ai prossimi post!
Sperando di esservi stata utile ;))

Ciao a tutti!
Il tutorial di oggi ci permetterà di realizzare delle bomboniere, fatte totalmente a mano e, nel mio caso, con avanzi di carta, cartoncino e nastrini reperiti in giro per la casa.
La bomboniera è stata infatti pensata in modo tale da poter abbinare colori e fantasie, rendendo ogni pezzo diverso dagli altri.
Nessuno vieta, comunque, di mantenere gli stessi toni, nastri e cartoncini per tutte le scatole porta confetti che andrete a realizzare.



Per realizzare queste bomboniere avrete bisogno di materiale da cartoleria di uso "comune", quindi forbici, colla.... vi servirà ovviamente del cartoncino nei colori da voi preferiti e della carta con qualche fantasia (ritagli copertina di giornale, carta da regalo, o la apposita carta da scrapbooking) ed infine dei nastri.
Per chiudere la scatola io ho utilizzato una mollettina, alla quale ho incollato fiocchi colorati.
Mi sembra la scelta più pratica, in quanto permette di aprire e chiudere la bomboniera con facilità, mangiare un confetto e riporre gli altri (per chi riesce a resistere alla tentazione di mangiarseli tutti!!!!)
La forma della scatola è simile a quella del cartone del latte.
Inutile che io dica, a tutti i patiti della bigshot (ve ne avevo parlato in QUESTO POST ) che esiste una fustella che permette di realizzare, con velocità e precisione, scatole simili a queste.
(potete trovarla in vendita a QUESTO LINK )
Il lato positivo di "disegnarsele" è che potrete scegliere la dimensione che più si confà alle vostre esigenze.

Per prima cosa dovrete tracciare la vostra sagoma.
Un singolo prototipo che poi utilizzerete, ricalcandolo sui vari cartoncini, per realizzare tutte le altre scatole.
Vi consiglio pertanto di essere il più possibile precisi in questa fase.
Le misure che io ho utilizzato per i porta confetti che vedete in foto sono le seguenti:


Potete disegnarla voi stessi (eventualmente adattando le misure) oppure scaricarla e stamparla a QUESTO LINK

 VAI QUI   per il modello stampabile - printable)

Una volta ritagliata, la scatola va piegata lungo le linee tratteggiate, e successivamente decorata a vostro piacere:


Dopo aver spalmato la colla dove è indicato in figura non dovrete far altro che chiudere la vostra scatolina e aspettare qualche minuto, affinché asciughi.

Il gioco è fatto!

Happy Crafting!!!


Ciao a tutti amici ed amiche dalla Buru!
Oggi ho pensato di proporvi un tutorial (o meglio darvi una serie di spunti ed idee) per realizzare dei timbri con pochi semplici materiali.
Ma a cosa servono i timbri?
Prima di tutto posso dirvi che da quando li ho scoperti la mia vita è cambiata!
Inizialmente ho comperato dei timbri già pronti, o meglio dei kit che mi avrebbero permesso di assemblare le varie lettere, forme o figure, a mio piacimento.
Si tratta di una base in plexiglass (del tipo che potete trovare QUI ), sulla quale appoggiare volta per volta degli elementi in silicone modellati nelle più svariate forme e misure.
Anche queste parti in silicone, riutilizzabili all'infinito, sono in vendita online.
Potete trovare per esempio l'alfabeto (cliccando QUI).
Con questo alfabeto ho realizzato il quadretto che sta al centro della mia ghirlanda fouriporta.
Eccolo:

I timbri vi permetteranno quindi di stampare ciò che più gradite su qualsiasi materiale, dalla carta alla stoffa, per arrivare addirittura a creare delle decorazioni sulle pareti di casa.
Se ci pensate non è una cosa di poco conto, in quanto spesso magari, per un determinato progetto, ci servirebbe della stoffa con un determinato soggetto... ma proprio non la troviamo: ed ecco che possiamo "timbrarcela".
Idem, nel caso in cui volessimo stampare un logo sulle nostre creazioni.
Esistono infatti in commercio degli inchiostri per timbri idonei alla stampa su carta ed altri per decorare la stoffa.
Quelli per stoffa, nello specifico, ci permettono di ottenere capi lavabili anche in lavatrice a 30°,
basta avere l'accortezza, trascorse un paio di ore dall'aver timbrato il tessuto, di stirarlo al rovescio.
Secondo me i timbri migliori per stoffa sono quelli che potete acquistare a QUESTO LINK (tra l'altro in una confezione conveniente e che comprende quasi tutti i colori che possiamo desiderare)

Il problema fondamentale resta però quello, spesso, di non riuscire a reperire in commercio la forma o il logo che vorremmo stampare.
Ecco allora che dobbiamo ingegnarci al fine di costruircelo, il nostro timbro.
Le idee che vi propongo sono fattibili, il più delle volte con materiale che già avete a casa.

PARTIAMO!!!!

IDEA UNO: il rullo per togliere i pelucchi.
Questa soluzione vi permetterà di ottenere disegni "ripetitivi", e di realizzare, per esempio delle bordure sulla stoffa o sulla carta.

Materiale necessario:
- rullo per togliere i pelucchi
- gomma crepla o spugnette per la cucina (quelle sottili)
- colla a caldo
Come si fa?
non dovete fare altro che tagliare dalla gomma crepla, o dalla spugnetta per lavare i piatti, la forma da voi desiderata e farla aderire alla carta.
Dopo averla inchiostrata vi basterà far scorrete la spazzola togli pelucchi lungo la superficie da timbrare ed il gioco è fatto!!!
Un risultato simile può essere ottenuto foderando con del cartone un mattarello.

Ecco il video che vi spiega come fare:



IDEA 2: Il timbro simil-tradizionale
In questo secondo caso andiamo a realizzare un timbro un pò più "tradizionale".

Materiale necessario:
- base per timbro (si può trattare di una tavoletta di legno, di una base di cartone rigido...)
- gomma crepla (prima opzione per ottenere una figura)
- corda (seconda opzione per ottenere una figura)
- colla a caldo
Come si fa?
Dovrete semplicemente ritagliare la forma desiderata ed incollarla sul supporto scelto.
Nel caso decidiate di utilizzare la corda potrete invece incollarla andando a formare figure astratte o scritte. Lo stesso risultato è ottenibile con la sola colla a caldo: la figura che andremo a stampare corrisponderà a ciò che abbiamo disegnato con la colla.



IDEA 3: I tappi di sughero
Ideale per piccoli loghi o forme.

Materiale necessario:
- Tappo di sughero
- gomma crepla (prima opzione per ottenere una figura)
- colla a caldo
Come si fa?
Dopo aver tagliato la forma da stampare incollatela sul tappo di sughero e via...... timbrate!!!
Sui tappi di sughero potete eventualmente anche incollare dei bottoni... il risultato sarà sorprendente.....





Aldilà di queste idee che vi ho dato, girovagando per il web, potrete trovare molti altri spunti ...

Se le spiegazioni non sono state sufficientemente chiare non perdetevi il mio video e ricordatevi di iscrivervi al mio canale youtube, per rimanere sempre aggiornati e non perdervi un solo tutorial!!!
Happy Crafting!!!!!!!

Scaldacollo: un'idea per un regalo originale che ci permette, tra l'altro, di utilizzare la lana che è avanzata da qualche lavoro più grande, o di comprare gomitoli, ormai spaiati, in offerta.
Tanti degli scaldacollo che vedrete sono realizzati con un solo gomitolo da 50 gr., al massimo con due.... ovviamente dipende anche dalla quantità di "giri" volete che il vostro scaldacollo faccia, dal volume e dalla consistenza che dovrà avere.

Iniziamo con uno scaldacollo che adoro, quello realizzato con il punto farfalla.
Il video che linko, nonostante l'audio in spagnolo, è davvero chiaro e preciso:

Il secondo scaldacollo che vi propongo è ideale per i principianti.
Di realizzazione molto semplice, avrà un effetto assicurato, soprattutto se andremo ad utilizzare una lana un pò particolare:

Se desiderate realizzare uno scaldacollo un pò originale potete procedere con la tecnica della sciarpa corta con passante:
L'immagine è tratta dal blog "Un punto e una croce".
Potete raggiungerlo cliccando QUI

Se avete a disposizione davvero poco tempo ed un gomitolo di lana molto spessa utilizzate le vostre braccia al posto dei ferri, attraverso la tecnica dell'arm knitting.
Potrere realizzare in velocità scaldacollo come questi:

Se siete in grado di leggere e comprendere le istruzioni di maglia non avrete problema alcuno a realizzare questo scaldacollo con trecce e pon-pon:

Lo scaldacollo che vi propongo ora è molto semplice da realizzare e, a mio giudizio, si presta bene ad essere una versione maschile, visto il punto utilizzato:

Cosa ne dite invece di questo scaldacollo che diventa quasi una mantellina?
Realizzarlo è più semplice di quello che potete immaginare.



Siete invece amanti dell'uncinetto?
Ecco allora qualche modello.
Il primo che vi mostro è unisex, e a seconda della lana scelta è ideale anche per l'uomo:
Non dovrete far altro che realizzare un rettangolo e cucirlo a formare lo scaldacollo.
Ma come?

Ecco un secondo scaldacollo, ideale anch'esso per maschietti e femminucce:
Le istruzioni, dettagliatissime, ci faranno capire come realizzare il punto costa all'uncinetto e come realizzare delle asole.

L'ultimo scaldacollo che vi mostro è stato realizzato da me nel post dal titolo:
"Un gomitolo: uno scaldacollo".
Si tratta nella fattispecie di questo:



Potete trovare le istruzioni cliccando QUI
Che dirvi??
Non vi resta altro da fare che mettervi al lavoro!!!
Happy Crafting!





Amiche ed amici della Buru,
oggi vi mostro come si può, in 30 secondi, riciclando un vecchio paio di pantaloni (in questo caso si trattava di un pigiama) realizzare un cappottino o pigiamino per il vostro cane.....

Davvero, credo che servano pochissime parole.....

ecco cosa otterremo:



(si ringrazia Olimpia per la collaborazione)
La descrizione è in questo video, della durata di 48 secondi....
Quindi credetemi se vi dico che in meno di un minuto lo avrete confezionato!

Vi ricordo di iscrivervi al mio canale Youtube, per non perdere neanche un Video!!!
.... E se vi è piaciuto il video mettemi un bel pollice in su!

Pronti??!
VIAAAA!!!!





Ben ritrovate amiche!
Ho pensato di iniziare l'anno condividendo con voi il tutorial per la realizzazione di borse in gomma crepla e stoffa.
La realizzazione è molto semplice e vi permetterà, in circa una trentina di minuti, di ottenere delle borse simili a quelle che potete vedere in queste foto:




Ho realizzato un video, che spero sia abbastanza esaustivo....
ma essendo alle prime armi spero possiate perdonare le eventuali imprecisioni.

Per accedere direttamente al Video Tutorial vi basta cliccare qui sotto:



Per ricapitolare brevemente il materiale necessario posso dirvi che avrete bisogno di:

- Due fogli di gomma crepla delle dimensioni di 40 x 60 cm. (da cui otterrete due rettangoli di dimensioni 38 x 40 cm.)
- Un cartoncino delle dimensioni di 50 x 70 (da cui otterrete due rettangoli di 31 x 33)
- Stoffa a vostro piacimento
- Manici per borsa (ma è abbastanza semplice realizzarli con la stessa gomma crepla)
- Colla vinilica
- Colla a caldo
- Un pennello
- Forbici

Per prima cosa dovrete incollare con la colla a caldo i due rettangoli di gomma crepla, sovrapponendoli per circa 1 cm.
Mettete da parte.
I due cartoncini saranno invece trattati separatamente:
dopo aver spalmato la colla vinilica sul cartoncino fate aderire bene la stoffa e tagliatela a circa 1 cm. dal bordo del cartoncino.
Ripiegatela verso l'interno fissandola con della colla a caldo.
Avrete a questo punto ottenuto due "pannelli" di stoffa", che avranno bisogno di qualche minuto per asciugare.
Applicate i due pannelli sul vostro rettangolo di gomma crepla, proprio come si vede sul video e, seguendo le istruzioni procedete alla chiusura della borsa.


 

La realizzazione è davvero semplice, ma di effetto, sia per le differenti soluzioni che potrete ottenere a seconda della stoffa scelta, sia per l'impiego della gomma crepla, che si configura come un materiale abbastanza nuovo ed originale.

Una ottima idea è inserire all'interno una sacca di stoffa o una pochette che permetta di mantenere "più al sicuro" il contenuto della borsa.

Cosa vi devo dire quindi????
Happy Crafting!!!!






Chi non muore si rivede....
E nel tornare ho deciso di farvi un regalo che spero sia gradito....

Si tratta del tutorial per realizzare degli orecchini che ho deciso di soprannominare "Le Campanelline".
Gli orecchini possono essere realizzati con stoffe di tutti i tipi, e pertanto potrete sfoggiarli in inverso o in estate a seconda del tessuto scelto.

Personalmente le adoro!




MATERIALE NECESSARIO:


-         STOFFA
-         AGO
-         FILO
-         FORBICI
-         PINZA DA BIJOTTERIA
-         PENNARELLO
-         FORMA ROTONDA (TIPO TAPPO) DEL DIAMETRO DI 8 CM.
-         BASTONCINI METALLICI DA BIJOUX (con fondo ad anello – opzionale)
-         MONACHELLE
-         PARTE TERMINALE PER BIJOUX
-         PISTILLI DI FIORE FINTI
  
1)    REALIZZIAMO UNO “YO-YO”
Con l’uso del pennarello disegnate due forme rotonde di uguale misura e tagliatele.Dopo aver infialato il filo nell’ago fai un nodo all’estremità del filo, a circa 15 cm. dal capo ed inizia a cucire lungo tutto il contorno della tua forma:I singoli punti devono essere lunghi almeno 0,5 cm.

Una volta ultimato il giro tira l’estremità del filo e si formerà lo “yo-yo”





Annoda le due estremità del filo ed avrai formato il tuo “yo-yo”

2)    COMPONIAMO L’ORECCHINO
Prendi i pistilli di fiore finti ed inseriscili all’interno dell’asola del tuo bastoncino per bijoux:


Ora posiziona il bastoncino al centro del tuo yo-yo e fora la stoffa, facendo fuoriuscire il bastoncino dall’altra parte:

 A questo punto inserisci il bastoncino all’interno della parte terminale per bijoux, tira e ferma il tutto realizzando un occhiello:



Prendi un’altra porzione di bastoncino metallico, realizza una asola ed inseriscila all’interno di quella che fuoriesce dalla parte terminale dell’orecchino ed infila le perline:

 Realizza una ultima asola in cui inserirai la monachella:

Realizza allo stesso modo il secondo orecchino…. O altri cento! Se ti sei divertita!
Happy Crafting!