Ultimi Post

Ciao!!!
Nel precedente post 
che potete trovare cliccando QUI
abbiamo visto come poter realizzare un disco Kumihimo in cartone, per la realizzazione di Bijoux a tubolare in perline.
Ora non ci resta che imparare ad usarlo.

Per questo motivo ho realizzato due tutorial.
Il primo video ci permetterà di capire quali sono le istruzioni basi per realizzare qualsiasi tipologia di bracciale o collana, indipendentemente dalla quantità di colori che vorremo utilizzare.
E quindi consigliabile guardarlo prima di voler imparare a creare bracciali in perline bicolori a spirale.

Ecco a voi il primo video:


Ed ecco a voi il secondo video:




In futuro, se vi fa piacere, cercheremo di capire insieme come poter fare diversi abbinamenti di colore o diverse trame.
Ciao a tutti!
Oggi vi voglio parlare del Kumihimo, un semplice disco che permette di realizzare bracciali e collane a tubolare di perline, siano essi in un unico colore o in più colori, alternati a nostro piacimento.

Ma quale aspetto hanno questi bijoux in perline fai da te?



Per realizzarli abbiamo quindi bisogno del disco.
Su internet è di facile reperibilità, e il costo è anche abbastanza limitato.
Ma, dal momento che è possibile realizzarlo "in casa" utilizzando semplicemente del cartone, colla, forbici ed una matita..... perchè no?

Ecco allora un video, realizzato proprio per questo scopo!






Mettetevi quindi al lavoro per realizzare il vostro kumihino in cartone e a breve i tutorial per capire come utilizzarlo per creare in nostro bijoux in perline!!!

AGGIORNAMENTO:

Per iniziare ad utilizzare il vostro kumihimo potete dare una occhiata a questi due video tutorial:





Happy Crafting!!!!




Nello scorso post, potete trovarlo clikkando QUI , abbiamo imparato a fare insieme degli gnomi in lana di dimensioni già "importanti", si tratta infatti di gnomi di una altezza variabile fra i 35 e i 40 cm......

Oggi voglio invece condividere con voi un progetto più veloce, ideale anche per coloro che non lavorano a maglia o ai ferri: si tratta infatti di gnomi in feltro molto semplici da appendere, che si prestano anche ad essere simpatiche decorazioni per l'albero di Natale.

Ve li presento:


Realizzarli è davvero semplice.
Cosa ci serve?

- Una palla di polistirolo per la testa (nel mio caso misura 9 cm.)
- Due palline di polistirolo (o legno) per le mani di centrimetri 2 - 2,5 o 3
- Feltro per le braccia e feltro per il cappello
- Lana (anche scarti di lana) per la barba
- Una pallina di feltro o un'altra pallina di legno o polistirolo per il naso
- Pizzi, merletti e passamaneria
- Un pezzo di stoffa (color carne o simil carne) per foderare le palle di polistirolo (nel mio caso si tratta di fliselina termoadesiva)

- Forbici
-Pistola per colla a caldo
- Una spazzola per la barba

Tutte le istruzioni passo a passo potete trovarle in questo video tutorial:


Se qualcosa non vi fosse chiaro fatemelo sapere qui, o nei commenti al video!
E soprattutto ricordatevi di farmi vedere i vostri gnomi su instagram o su facebook con #nellavaligiadellaburu 

I gnomoni grandi sono invece raggiugibili con questo video: 



State allerta perchè sta arrivando la femmina!!!!

Happy crafting!






Che dire...... ottobre..... le giornate iniziano ad accorciarci..... e inevitabilmente noi creativi iniziamo a pensare al Natale: decorazioni.... regalini handmade.... e chi più ne ha più ne metta!


Anche la Buru si sta preparando: ecco allora che nei prossimi post passeremo in rassegna un pò di idee, alcune tratte dal web, altre realizzate dalla sottoscritta.

Vorrei iniziare con degli gnomi in lana, fatti totalmente a mano: sono nati per essere realizzati con la Addi express, o con la Prym, o con qualsiasi maglierami magica o mulinetto, che semplicemente velocizzano il lavoro... ma sono assolutamente fattibili da chi voglia lavorarli ai ferri o all'uncinetto, in quanto si tratta di realizzare dei tubolari di cui vi saranno fornite le dimensioni nella immagini che seguono.







Iniziamo a capire cosa ci serve:

- lana per il corpo, per braccia e il cappello dello gnomo (cirrca 1 etto e mezzo)
- lana per la barba dello gnomo (vanno benissimo scarti, del colore preferito)
- Imbottitura in fiocchi (proprio come quella per i cuscini....)
- pizzi, merletti e passamaneria
- una pallina di polistirolo del diametro di 8 cm. per realizzare la testa
- tre palline di polistirolo (o legno) del diametro di 475 cm.
- fodera per abiti o altra stoffa leggera color carne (meglio se leggermente elasticizzata)
- un sacchettino di riso (il peso dipende da voi: se dovrà essere un fermaporta ve ne vercirà circa 1 kg) o altro materiale che funga da "peso"
- forbici
- ago da lano
- pistola colla a caldo
- spazzola per capelli

Dopo aver reperito il materiale iniziate a realizzare i tubolari.
Queste sono le dimensioni, che voi abbiate la Addi Express, o che voi non l'abbiate:

PER CHI POSSIEDE UN MILUNETTO 46 AGHI:


PER CHI LAVORERA' AI FERRI O ALL'UNCINETTO:



Dopo aver realizzato i tubolari dovrete procedere come indicato in questo video, che spiega passo a passo il da farsi:

CLICCATE QUI PER IL VIDEO


Vi ricordo che in passato avevamo visto alcune altre simpatiche decorazioni natalizie handmade:




CLICCA QUI PER LE DECORAZIONI CHE VEDI SOPRA




CLICCA QUI PER ALBERELLI E CENTROTAVOLA NATALIZI FAI DA TE

Che dire amiche ed amici..... iniziate ad entrare nell'ottica!!!!!


Buongiorno,
come vi avevo anticipato ecco qui il tutorial per imparare a lavorare con la Addi Express (o mulinetto o Prym) alternando diritto e rovescio.
In questo tutorial nello specifico realizzeremo insieme un cappellino..... però con la stessa lavorazione potrete realizzare scaldacollo o lavorare a telo aperto.

Per vedere il video cliccate sull'immagine di testa, oppure accedete da questo link:
LINK VIDEO ADDI EXPRESS


Happy Crafting.
By Buru


Buongiorno!!!
Come sapete da qualche tempo ho ripreso in mano la Addi Express.... e abbiamo già visto come realizzare qualche cappellino un po diverso dal solito
COME QUELLI CHE POTETE TROVARE CLICCANDO QUI
Abbiamo capito come evitare che i bordi dei lavori eseguiti col mulinetto (sia Addi express o Prym) si arrotolino, come rifinire i bordi ed infine come eseguire le coste dei lavori Addi express con facilità.
Trovate tutto A QUESTO LINK

Oggi invece ho voluto provare a realizzare un cappellino di taglia inferiore a quella standard... quindi che potesse essere adatto a bimbi o bimbe... e ci sono riuscita!
In sintesi ho fermato la lavorazione con la Addi Express al 27esimo giro e ho proceduto con la bordura.
Il cappellino, nonostante i punti di base siano, e rimangano 46, è risultato più piccolino.....
Inoltre sono certa (prossimo esperimento che farò) che fermandoci ancora prima del 27esimo giro e bordando con delle diminuzioni, si riescano ad ottenere cappellini ancora più piccoli.....
Infine ho decorato il cappellino con una rosellina.




Per capire come realizzare con semplicità la rosellina dovete andare a vedere
QUESTO VIDEO

Per capire come realizzare l'intero cappello, invece
A QUESTO LINK POTETE TROVARE IL VIDEO TUTORIAL

Infine, amanti della Addi e della Prym, voglio darvi una piccola anticipazione su cosa impareremo insieme a breve:

Questo cappello è stato lavorato parte al diritto e parte al rovescio, ma tutto INTERAMENTE con la Addi Express.




Che dite? Vi piace?

Fatemelo sapere nei commenti e ricordatevi di iscrivervi al mio canale YUOTUBE per aiutarmi a farlo crescere e poter inserire sempre più risorse.
PER ISCRIVERVI CLICCATE QUI

CIAO!!!!


Uggiosa domenica di settembre.... il momento migliore per mettersi al lavoro e creare magari una fascia larga (quasi un cappello) all'uncinetto.
Questa fascia, le cui dimensioni la rendono idonea ad essere anche uno scaldacollo, è realizzata con uncinetto del numero 6 e lana merinos.

La partenza prevede l'utilizzo del punto a coste elastiche 

Oltre al punto a coste elastiche impareremo insieme a realizzare il punto puf e il punto a coste orizzontali.
Un buon banco di prova, una ottima occasione per passare insieme un paio di ore e, perchè no..... per iniziare a lavorare per il Natale!
Per guardare il video cliccate sull'immagine in alto, dove c'è la freccetta.... oppure 

Buona visione dalla vostra Buru!





Nello scorso post abbiamo capito come si realizza il punto a coste elastiche all'uncinetto,
POTETE TROVARLO A QUESTO LINK

Come vi avevo anticipato sarebbe stato molto utile per realizzare bordure elastiche per cappelli, guanti, manicotti.... insomma! Il suo utilizzo è notevole.

Vi presento oggi un cappellino realizzato all'uncinetto proprio partendo dal punto a coste... se avete già realizzato cappelli all'uncinetto vi sembrerà quasi strano partire dalla fronte per salire a stringersi... in quanto spesso i cappelli a crochet sono realizzati cominciando dal centro, dal punto più in alto.

Questo diverso modo di lavorare secondo me permette di riuscire a rimanere più fedeli alle dimensioni che si vogliono ottenere, in quanto si parte proprio dalla circonferenza della testa da vestire.

CLICCANDO QUI POTETE TROVARE ANCHE LE CIRCONFERENZE DELLA TESTA A SECONDA DELL'ETà

Vi presento quindi il cappellino per cui ho realizzato un video tutorial:



Ed ecco a voi il video!
Buona visione e Buon lavoro!!!!





Aggiornamento!!!!!

Eccovi un altro video in cui utilizzare il punto a costa elastica per realizzare una fascia larga para orecchie utile anche a chi ha i capelli lunghi!!!!





Besitos!!!!

Oggi torniamo a parlare di uncinetto.... crochet!
Nello specifico vorrei spiegarvi come realizzare la bordura elastica a coste per i cappelli all'uncinetto, che possono poi essere eseguiti, da quel punto in poi, con qualsiasi lavorazione da voi preferita.
Io inizierò con proporvene qualcuna molto semplice nei prossimi tutorial.




Il problema dei cappelli all'uncinetto è infatti spesso quello di non riuscire a garantire una elasticità tale, lungo la fronte, da rendere confortevole il cappello stesso.

Ma andiamo per gradi, oggi parliamo del punto coste all'uncinetto.
Naturalmente questa lavorazione, che io vi propongo per la creazione di cappelli, può essere adattata a bordi di guanti e manicotti, calzini, per arrivare a maglioncini e maniche.

Per il mio tutorial, sia quello contenuto "in prosa" in questa pagina, sia quello che potrete vedere sul mio  CANALE YOUTUBE
io utilizzerò un uncinetto del numero 6 e una lana adeguata per tale uncinetto.

Per prima cosa dobbiamo decidere la dimensione che avrà il nostro cappello.
Per prendere correttamente la misura dovete, utilizzando un metro da sarta, misurare la circonferenza della testa un centimetro circa sopra l'orecchio.
Ipotizziamo di avere ottenuto una circonferenza lunga 55 cm.
Il nostro bordo a coste non dovrà essere lungo 55 cm, in quanto rischierebbe di "scapparci" dalla testa", proprio in virtù dell'elasticità del punto che impareremo a fare.
Considerate sempre un 5/10% in meno: dovete quindi orientarvi sui 50/52 cm.

Qui sotto riporto una tabella delle "circonferenze standard" delle teste, a seconda dell'età, che potrebbe servirvi nel caso in cui non potete prendere direttamente la misura:


Identificata quindi la lunghezza in cm. della circonferenza della testa, iniziamo a lavorare a coste (ricordandoci che la lunghezza del nostro lavoro dovrà essere inferiore del 5/10% rispetto alla circonferenza di cui sopra).

Io andrò realizzare una bordura per un cappello da adulti ed inizio avviando 7 catenelle + 1 che mi servirà per girare.
Nel caso in cui vogliate realizzare un appellino per bimbi dovrete rendere proporzionale lo spessore della bordura elastica alla dimensione totale del cappello, quindi potrebbero bastarvi 4/5 catenelle.

Ecco quindi come procedere:

- Avviate 7 catenelle + 1 per girare:




- Tornate indietro a maglia bassa per le sette catenelle di base (non lavorate quella che vi era servita per girare)




- Eseguite una catenella (vi servirà per girare nuovamente il lavoro e questa non andrà MAI lavorata)



- Lavorate i primi sei punti di base a maglia bassa prendendo SEMPRE E SOLO l'asola retrostante del punto di base:


- Lavorate l'ultimo punto a maglia bassa normalmente, prendendo quindi entrambe le asole:



- Eseguite una catenella per girare.




Ripetete la lavorazione fino ad ottenere la lunghezza desiderata e, se dovete realizzare qualcosa di circolare, chiudete il lavoro lavorando a maglia bassissima:




Avete così ottenuto il vostro bordo elastico a coste lavorato all'uncinetto.

Volete sapere come si finisce di realizzare il cappello????
Non vi è stato chiaro qualche passaggio di questo post?
Allora non perdetevi il prossimo tutorial e il video completo!

Nel frattempo potete accedere al video di questo tutorial 
CLICCANDO QUI

Ricordatevi che mi trovate su facebook, instagram e youtube!!!!

Happy crafting!!!





E finalmente luce fu!
Dopo aver lottato per mesi contro i bordi arrotolati della Addi Express, che rendevano difficili le unioni fra pannelli, o la buona rifinitura di un cappello o un paio di guanti, sono arrivata alla soluzione!

...Tutto il segreto sta solo nell'utilizzo del filo di scarto: vale a dire iniziare e concludere il lavoro con un filo di scarto, per poter fare bordure all'uncinetto precise e perfette e soprattutto per realizzare il punto a coste con estrema facilità.


Il punto a coste.......
Ho provato più volte a realizzarlo direttamente con la Addi, vale a dire con il lavoro montato sul mulinello, ma il risultato era sempre impreciso.
Ecco allora che, studia e studia, ho capito come realizzare le coste su un lavoro eseguito con la Addi Express o con qualsiasi altra maglieria magica (compresa la Prym) quando il lavoro è gia stato tolto dalla macchina.
Impossibile sbagliare!

Ho realizzato per voi questo video:



Il video è un pò lungo e me ne rendo conto..... ma i contenuti sono parecchi e oltre ad imparare ad avviare e a concludere un lavoro Addi con il filo di scarto, impareremo a realizzare le bordure a coste.

Vi auguro buon lavoro
e mi raccomando!!!! Iscrivetevi al mio canale yuotube!